Background Image

Eventi

2017

  • Gen
    3/4 Gennaio ore 19.30

    Cabarè Varietè N° 11

    Cabaret
    Descrizione
    Tutto pronto per il prossimo Cabarè Varietè N°11! Quest'anno doppia replica, il 3 e 4 Gennaio 2018 dalle 19:30 per l'apertura del teatro visita dello ZOO e dalle 21:15 per lo spettacolo di teatro circo e musica presso il TMO - Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo. Il Cabarè Varietè è un evento artistico di Quinzio Quescenti e Peppino Marabita che collabora con diverse realtà tra cui il Circ'opificio, Circ-All, TMO e da quest'anno ha anche il sostegno della Fabbrica 102. Come succede da tre edizioni a questa parte, ci sarà un allestimento pre-show e a seguire il Varietà. L'ingresso dello spettacolo sarà con un contributo di 10 € per gli adulti e 8 € per i bambini. È consigliata la prenotazione al +39 328 8628007. Per info, inviare una mail a cabarevariete@gmail.com oppure contattare Peppino: +39 335 5439389 / Quinzio: 333 3449532.
    Condotto da
    Peppino Marabita e Quinzio Quiescenti
    Contributo
    Adulti 10 € - Bambini 8 €


  • Feb
    4 Febbraio ore 20.30

    OFF TOPIC

    Teatro
    Descrizione
    Solo quando hai perso tutto, sei libero di fare qualunque cosa. La vita di una barbona viene sconvolta da un misterioso cane che le affiderà una missione. Da lei dipenderà la possibile evoluzione della specie umana. Si ergono barriere e i confini sono sempre più stretti. Lo stato di barbarie, il degrado dell’umanità, il fanatismo, le guerre, l’addomesticamento delle menti. Il cervello umano apprende per differenziazione, la varietà di stimoli crea nuove connessioni, possibilità da realizzare per evolversi. La rivoluzione è l’inclusione dell’altro. La relazione con l’altro è il luogo del mio apprendimento. Vi contemplo il mio riflesso. Da questa riflessione nasce la storia. Una storia che usa l’immaginazione, l’incanto e l’ironia, indagando sul tema della relazione e dell’accoglienza attraverso l’uso della teatralità del corpo e degli oggetti che si trasformano e si animano. È proprio nei movimenti danzati del corpo che emerge lo spirito, un pensiero fuori dall'ego che si fa universale e tuttavia immanente alla carne del corpo, uno slancio impermanente che rende possibile la messa in scena di contro-presenti alternativi, scenari surreali eppure quotidiani.

    Di e con
    Mara Rubino
    Supervisione
    Quinzio Quiescenti.


    11 Febbraio ore 21.00

    Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro

    Concerto
    Descrizione
    Dice di lui Fiorello: "Coniamo delle parole nuove, neologismi: ma la bravezza di Ivan Talarico?"; Antonio Rezza, Leone d’Oro 2018 per il Teatro a Venezia: "Ce n’è di gente interessante. Come Ivan Talarico, ad esempio"; Enrico De Angelis del Club Tenco: "Arriva uno spilungone con baffi, ciuffo laterale e chitarra, apparentemente serissimo, che inizia con perfetto aplomb a emettere suoni e parole folli. La gente rimane per un attimo smarrita, poi inizia a ridere, non smette più, si muore dal ridere. Ma quel gioco di associazioni verbali, quelle concatenazioni assurde di parole hanno una loro fondata intelligenza, un’arguzia evocativa di reale vita vissuta, come nel teatro di Bergonzoni".

    Concerto di
    Ivan Talarico
    Contributo
    5 €


    Dal 19 al 24 Febbraio ore 16.00

    Il Linguaggio della Montagna

    Laboratorio Teatrale
    Descrizione
    Il TMO - Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo e Memini Mutamento Teatro presentano uno studio su Il Linguaggio della Montagna di Harold Pinter dal 19 al 24 febbraio 2018, dalle 16.00 alle 20.00, presso gli spazi del TMO. Il laboratorio teatrale è diretto da Salvatore Cantalupo, attore alla scuola di Antonio Neiwiller, che ha interpretato il ruolo del sarto in Gomorra di Matteo Garrone. Lo scopo del laboratorio teatrale è per Salvatore la creazione di una piccola comunità, la realizzazione di un lavoro sinergico, dove tutti i partecipanti sono artefici della costruzione e della messa in scena. Si parte dal corpo, dalla propria macchina, per scoprire le doti, le potenzialità assopite, le debolezze e, per paradosso, l’abbattimento dell’ego. Durante la settimana di laboratorio, oltre al lavoro sul corpo, spazio e voce, ci si dedicherà allo studio de Il Linguaggio della Montagna nel quale Pinter denuncia con la consueta forza le torture, le guerre, la violazione dei diritti umani e l’abuso di potere. Si lavorerà sulla costruzione di personaggi surreali, grotteschi e crudeli attraverso l’arte dell’improvvisazione. Ogni allievo dovrà avere un abbigliamento comodo da lavoro e portare con sé semplicemente un quaderno e una penna.

    Di e con
    Salvatore Cantalupo


  • Mar
    10/11 Marzo

    Adele

    Teatro
    Descrizione
    Nel contesto sociale odierno, che spinge sempre più all'omologazione e alla cura della forma, anche quando stride con le proprie necessità, il riadattamento de "La casa di Bernarda Alba" di Giovanni Marchione dal titolo "Adele" mette alla luce quanto le nostre scelte sono spesso influenzate dalla società e come queste hanno pessime conseguenze, a volte anche tragiche. Quello di Federico Garcìa Lorca viene considerato teatro poetico, si tratta infatti di un teatro basato sui sentimenti, dove le relazioni tra i personaggi sono iperboliche e caricate al massimo. Il tema centrale de La casa di Bernarda Alba è il conflitto tra morale autoritaria e desiderio di libertà, fra i temi secondari un’analisi critica del sistema patriarcale, una critica alla sottomissione della donna, ma anche uno sguardo all’ipocrisia e al classismo, temi che rendono l’opera ancora attuale.

    Testo di Federico Garcìa Lorca; Direzione e Adattamento di Giovanni Marchione; con Fabiola Arculeo, Angela Cusumano, Cristiana D'Apolito, Silvia Di Giovanna.


    25/25 Marzo

    Lungs

    Teatro
    Descrizione
    Nello sconclusionato flusso del quotidiano pieno di ansie, problemi globali, surriscaldamento climatico, una politica latitante che si esibisce incessantemente nella parodia di se stessa, Francesca Florio e Gabriele Cicirello interpretano una giovane coppia alle prese con le dinamiche di una relazione sentimentale che, in tale stato di cose, arriva allo scoglio che, prima o poi, si presenta: l’avere un figlio da crescere, educare, guidare e lasciar camminare sulle proprie gambe, in tutte le contraddizioni e marciume del mondo. Si riflette oltremisura; ci si preoccupa dell’impatto che potrebbe arrecare alla natura la presenza di un essere umano; siamo troppi e non c’è posto per tutti; per uno che fa la raccolta differenziata ne esiste un’alta maggioranza a cui non importa nulla. Forse è meglio aspettare che le cose migliorino. Ma quanto?

    Testo di Duncan Macmillan; Regia di Federico Gagliardi; con Gabriele Cicirello e Francesca Florio.


    Dal 27 al 31 Marzo

    Il mio Corpo è un ballo privato

    Laboratorio di Danza
    Descrizione
    Il mio Corpo è un ballo privato - My body is a private dance è un laboratorio a cura del danzatore coreografo Giovanni Scarcella. Nella prima parte si lavorerà insieme alla preparazione del corpo stimolando l’aspetto energetico e dinamico del movimento, ponendo l’attenzione su presenza, percezione e respiro e sull'osservazione di quello che succede al corpo in disequilibrio. Un allenamento rigoroso del corpo per trovare un giusto equilibrio nel dispendio delle sue energie, e alla capacità di adattarsi a “abitare” diversi ritmi, sequenze coreografiche o situazioni “danzanti” differenti, da soli o in gruppo. Nella seconda parte si lavorerà sulla memoria fisica in dialogo con quella dello spazio; attraverso precise strutture di improvvisazione esploreremo differenti gradi di coinvolgimento del corpo a livello fisico, emozionale, percettivo e le rispettive memorie.

    Di e con Giovanni Scarcella


  • Apr
    6/7 Aprile

    XY

    Teatro
    Descrizione
    Il Teatro Mediterraneo Occupato presenta XY, un progetto del regista Emiliano Brioschi prodotto da Today Produzione, in collaborazione con ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione e con il sostegno di Mixité Festival. XY è la coppia eteromorfica di cromosomi sessuali che definisce nella maggior parte dei mammiferi, incluso l’essere umano, il maschio. XY sono tre storie di tre uomini. Uno che è padre. Uno che lo sta per diventare. Uno che padre non lo è più. Tre uomini che questa paternità hanno provato a incontrarla, toccarla, riconoscerla, ma proprio nel momento in cui questo è avvenuto, la loro esistenza è implosa. Lo spettacolo ha necessitato una gestazione di quasi due anni, prima di vedere la sua realizzazione definitiva e nasce dall’incontro del regista e attore Emiliano Brioschi con i tre autori Cristian Ceresoli, Renata Ciaravino e Giuseppe Massa.

    testi di Renata Ciaravino, Giuseppe Massa e Cristian Ceresoli; regia di Emiliano Brioschi; con Emiliano Brioschi; luci Claudine Castay; fonica Namas Production; assistenti alla regia Martina Baesso, Marzia Brioschi e Annalisa Esposito; assistente al progetto Claudia Borgia.


    22 Aprile

    Patrizzia. La vera storia di una Sensation Seeker

    Teatro
    Descrizione
    Siamo a Catania. La protagonista del monologo, Patrizzia (le due z non sono un errore d’ortografia), ha 50 anni e lavora allo storico mercato della Pescheria. Patrizzia oggi per campare vende il pesce, ma non ha fatto sempre questo nella vita. Alle prime luci dell’alba, seduta su una poltrona nera, nell’intimità della sua casa, racconterà al pubblico la sua storia eccezionale. Quelli come lei li chiamano sensation seeker, cercatori di sensazioni: uomini e donne dipendenti da stimoli intensi ed esperienze estreme, perché alla continua ricerca di adrenalina pura. Patrizzia, moderna sirena, ammalia chi la ascolta cantando le vicende della sua vita avventurosa nell’unica lingua che conosce, il dialetto catanese. "Patrizzia. La vera storia di una sensation seeker" è il racconto lucido di una passione verso il proibito e della disperata ricerca di un quotidiano sempre sopra le righe. Contro ogni retorica e conformismo.

    di, con e regia Savì Manna; scenografie e disegno luci Salvo Pappalardo; produzione Leggende Metropolitane con il patrocinio del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università degli Studi di Catania e in collaborazione con Latitudini, Rete Siciliana di Drammaturgia Contemporanea.


  • Mag
    Venerdi 4 Maggio - Ore 21:00

    FAUST Memories

    Teatro
    Descrizione
    Lenz Fondazione tornerà in Sicilia su invito di Adiacenze, Laboratorio di ricerca e promozione delle nuove estetiche teatrali e musicali del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università degli Studi di Palermo e dell'Arcidiocesi di Palermo, con gli spettacoli FAUST Memories, perturbante rilettura del Faust di Wolfgang Goethe, venerdì 4 maggio al TMO e Canciones del alma, da testi di Juan de la Cruz, sabato 5 maggio presso l'Oratorio di San Mercurio. Lo spettacolo - proposto a Palermo in forma oratoriale - è tratto da Faust di Wolfgang Goethe, testo sul quale l’ensemble diretto da Maria Federica Maestri e Francesco Pititto ha lavorato tra il 2000 e il 2002, realizzando una trilogia di opere dedicate. Lo spettacolo interpretato da Sandra Soncini, attrice-danzatrice, straordinaria protagonista delle più importanti creazioni di Lenz, costituisce una summa di questo denso attraversamento: degli spettacoli Urfaust, Faust I e Faust II sono ricomposti i monologhi innestati sulle musiche, create da Andrea Azzali e Adriano Engelbrecht.

    regia di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto; con Sandra Soncini; musiche di Andrea Azzali e Adriano Engelbrecht.


    Sabato 19 Maggio - Ore 21:00

    La Merda

    Teatro
    Descrizione
    La Merda si manifesta come la rivoltante confidenza pubblica di una "giovane" donna "brutta" che tenta con ostinazione, resistenza e coraggio di aprirsi un varco nella società delle Cosce e delle Libertà. Un fenomeno che ha da tempo rotto i confini del teatro ed è seguito come un concerto rock, con un'accoglienza clamorosa in tutto il mondo, da Londra a Vancouver, da Adelaide a Berlino, registrando da sei anni consecutivi il tutto esaurito ovunque. Il testo di Cristian Ceresoli è stato considerato "straordinario" dal Times ed è valso all'autore il Fringe First Award for Writing Excellence per la scrittura. Per la sua interpretazione "straordinaria, sublime e da strapparti la pelle di dosso" (The Guardian) Silvia Gallerano è la prima attrice italiana a vincere il The Stage Award for Acting Excellence.

    testo e regia di Cristian Ceresoli; con Silvia Gallerano; produzione Frida Kahlo Productions con Richard Jordan Productions in collaborazione con Summerhall (Edinburgh) e Teatro Valle Occupato (Roma); production manager Marco Pavanelli; tecnico Giorgio Gagliano.


  • Giu
    15-17 Giugno - Ore 20:00

    Copresence

    Arte
    Descrizione
    Propone un approccio alternativo al fenomeno migratorio, presentando due opere artistiche performative che condividono un nodo concettuale comune: il rituale come cornice per dare forma all'inespresso. Attualmente, il dibattito sulla migrazione è principalmente dominato da figure demografiche astratte, sistemi di integrazione burocratica e il timore di presunti effetti negativi. Il valore distintivo dell’arte sta nella sua capacità di visualizzare le emozioni legate a situazioni complesse. Nel cuore di COPRESENCE risiedono due diversi progetti artistici dove sono stati utilizzati nuovi metodi di ricerca per affrontare la migrazione: Carnival of the Oppressed Feelings, una manifestazione performativa per e con i rifugiati svolta dall’artista Gluklya in collaborazione con TAAK e Radio noMade in Arberia, un lavoro multimediale e performativo che indaga la cultura Arbëreshë, una minoranza albanese insediata nell’Italia meridionale dal XV secolo.
    Info: www.tmopalermo.it / www.radionomade.com / www.taak.me / www.fondazioneignaziobuttitta.org;
    Pagina Facebook: @ COPRESENCE.Manifesta12


  • Lug
  • Ago
  • Set
  • Ott
    Sabato 27 Ottobre - Ore 21:00

    Andrew Faber in: Palermo quanto mi sei mancata!

    Teatro
    Descrizione
    Andrew Faber torna a Palermo. Sabato 27 ottobre alle 21.00 sarà ospite al TMO per un reading che ripercorrerà i suoi ultimi tre libri, con particolare attenzione all'ultimo: "fermo al semaforo nell'attesa di trovare un titolo, vidi passare la donna più bella della storia dell'umanità" uscito nel mese di luglio e in vetta da diverse settimane alle classifiche di vendita Amazon. Nel 2019 è atteso il suo primo romanzo per la casa editrice Rizzoli.

    Di e con Andrew Faber.


  • Nov
    2/3/4 Novembre - Ore 21:00

    Radio noMade in Arberia at TMO

    Radio
    Descrizione
    Per COPRESENCE, progetto collaterale di Manifesta Biennial, in occasione della chiusura della biennale, oltre alla performance di teatro sensoriale proposta nella sua interezza al Teatro Mediterraneo Occupato le sere del 2, 3 e 4 novembre, il collettivo NoMade - open for shifting ideas invita artisti, poeti, scrittori, antropologi e storici che hanno sviluppato un lavoro intorno alla cultura Arbёreshe ad incontrare e dialogare con il pubblico. La performance teatrale “Radio noMade in Arberia” si potrà esperire il venerdi e il sabato dalle 18:30 alle 23:00 e la domenica dalle 16.30 alle 21.00. Si consiglia prenotazione. Posti limitati, dato che l’esperienza è individuale.

    Per info e prenotazioni: www.radionomade.com; leawalter.psi@gmail.com.


    Sabato 17 Novembre - Ore 21:00

    Presentazione libro "Romeo Castellucci: Estetica"

    Libro
    Descrizione
    ROMEO CASTELLUCCI: ESTETICA, è un volume edito da Meltemi Editoreche vede la partecipazione di studiosi di estetica, di teoria dei linguaggi, di musicologia, di teatrologia e di teoria dei media di numerose università italiane ed inaugura una collana editoriale internazionale dedicata alla ricerca estetica contemporanea. Nasce da un progetto di collaborazione fra le istituzioni accademiche ed alcune delle più significative esperienze di ricerca teatrale del nostro territorio, come il TMO - Teatro Mediterraneo Occupato, ed è il primo frutto della ricerca condotta in cooperazione con il Progetto Adiacenze. .

    aranno presenti: Marco Canzoneri, autore; Salvatore Tedesco, autore; Alessia Cervini; Melina Tomasi.


    Gio-Ven 29-30 Novembre - Ore 21:00

    Miracolo

    Teatro
    Descrizione
    Miracolo prende spunto dalle ondate migratorie che attraversano il Mediterraneo per investigare la progressiva disumanizzazione della nostra società. L’embrione del testo nasce all’interno di WRITE 2016 (residenza creativa, ideata e diretta da Tino Caspanello), che coinvolge drammaturghi siciliani ed europei all’interno del monastero di Mandanici (Me), a cura di Gigi Spedale per Latitudini. Successivamente, a maggio di quest’anno, la compagnia attraversa con una breve residenza artistica (sviluppatasi all’interno della rassegna “Interludi Silenziosi”) l’Oratorio San Lorenzo di Palermo. Da ciò scaturisce un primissimo studio in cui il testo terrigno fino alla bestialità viene messo in relazione agli incantevoli e biancheggianti stucchi del Serpotta. Due fratelli (becchini precari) hanno il compito seppellire un migrante ma il cimitero della città è stracolmo. Da ciò scaturisce un agro divertissement in cui i due provano, senza riuscirci, a sbarazzarsi del corpo del defunto.

    scritto e diretto da Giuseppe Massa; con Gabriele Cicirello, Paolo Di Piazza, KasseySunday; scena e costumi Mela Dell'Erba; luci Michele Ambrose; suono Giuseppe Rizzo; aiuto drammaturgia Giuseppe Tarantino; assistente alla regia Marco Leone; assistente alla produzione Elena Amato; ufficio stampa Vincenza Di Vita.


  • Dic