Background Image

Eventi

2017

  • Gen
    4 Gennaio ore 20.00

    Cabarè Varietè N° 10

    Cabaret
    Descrizione
    Signori e Signore arriva il Cabarè Varietè N° 10!
    Quest'anno per festeggiare la decima edizione abbiamo preparato un programma ricchissimo con ospiti speciali. Immaginate di trovarvi in una piazza dove è appena arrivato un Circo con il suo Luna Park!
    A fare da apripista ci saranno i giovani e promettenti allievi della scuola di circo "Circ'opificio", una banda di «Scugnizzi» pronti a invadere lo spazio che vi daranno del filo da torcere con le loro marachelle. Aspettando che inizi lo show saranno loro che vi trascineranno tra una giostra e l'altra a tentare la vostra fortuna. Non mancheranno le attrazioni come la Donna Baffuta e l'Uomo Forzuto.
    Alle 22:15 sarà il momento del Cabarè Varietè 10, presentato dall'invincibile duo Peppino Marabita e Quinzio Quiescenti, saliranno sul palco "Miss Jenny Pavone" trapezio clown, Mike Rollins Giocoleria con cappelli e stand up comedy, Vera Mor corda liscia verticale, la Compagnia Dedalo Circo, allievi della scuola "Circ'opificio", con un numero di mano a mano...e altri ancora... Dopo lo spettacolo troverete il luna park ancora aperto con un po' di musichetta per lasciarvi andare via in armonia!
    Dettagli
    Ore 20:00 - Apertura Luna Park / Ore 22:15 – Inizio Cabarè Varietè N° 10 / A seguire Luna Park e diffusione musicale.
    Ingresso allo spettacolo con contributo di complicità di 8 €
    Ulteriori informazioni: 335 543 9389 – 333 344 9532


    10 Gennaio ore 21.00

    Marì

    Teatro
    Regia di Federica Amatuccio
    Descrizione
    La pièce di teatro danza della compagnia bolognese Teatro dei Servi Disobbedienti debutta in Sicilia con un tour di tre date a Palermo, Gela e Barcellona Pozzo di Gotto, a gennaio 2017. La pièce di teatro danza "Marì" porta in scena l'oppressione della comunità sull'individuo, la violenza sociale che si riflette sulla vita di ognuno e arriva a sfociare in violenza individuale, subita e inferta, fino allo stupro, all'omicidio. L'ambiente che ci circonda ci accarezza dapprima, gioca persino con noi, ma porta in sé il senso di morte, di un destino ineluttabile, di un suono costante e opprimente, di un giudizio. Liberamente ispirata alla canzone di Carmen Consoli "Mio Zio", la storia prende spunto dalla tragica vita di una bambina, Marì, molestata dallo Zio fin dall'infanzia, circondata da un ambiente omertoso e ostile che la giudica e la osserva costantemente, con il beneplacito della Madre a cui interessa solo proteggere le convenzioni e il buon nome della famiglia.
    Cast
    Adattamento teatrale: Federica Amatuccio, Andrea Gianessi; Federica Amatuccio – regia, scenografie; Andrea Gianessi – musiche, sound design, aiuto regia; Simone Zitelli – coreografie; Pascal Amatuccio - light design e grafica; Martina Mondello – costumi; Francesca Lateana - Marì bambina; Valeria Iudici - Marì adulta; Martina Morabito – Madre; Francesca Di Paolo – Morte.


    14 Gennaio dalle 15.00 alle 18.00

    Premi UBU 2016

    Diretta Radiofonica
    Descrizione
    Il TMO - Teatro Mediterraneo Occupato sarà uno dei gruppi di ascolto per la premiazione degli Ubu 2016 che si terrà in forma radiofonica sabato 14 gennaio dalle 15.00 alle 18.00, su Rai - Radio 3, all'interno della trasmissione Piazza Verdi a cura di Elio Sabella e della stessa Associazione Ubu per Franco Quadri.


    15 Gennaio ore 21.00

    La Famiglia M.

    Teatro
    Regia di Orazio Condorelli
    Descrizione
    La Famiglia M. è un grande luogo comune, i rapporti sono fissati da schemi precostituiti che nessuno può rompere. Qui tutto è plastificato, apparentemente immobile. Ogni giorno si ripete uguale al giorno prima tra ipocrisia e sentimenti autentici che quando riescono a venir fuori cambiano (finalmente) l'ordine delle cose, così sfogliando l'album di famiglia ci si accorge che nel tempo qualcosa è cambiato.
    Cast
    Testo e regia di Orazio Condorelli; con Anna Galba, Margherita Bonomo, Peppe Macauda, Antonio Ruello, Salvatore Giannì; luci Simone Fini; produzione Santa Briganti.


    29 Gennaio ore 21.00

    Pensiero Debole

    Teatro
    Regia di Rinaldo Clementi
    Descrizione
    L'associazione culturale Grado Zero presenta Pensiero Debole.
    Due donne si trovano a condividere lo stesso, inaspettato, destino. Una lunga attesa le porterà a confrontarsi su debolezze e convinzioni, su ricordi e rimpianti, ideali e progetti. In uno spazio-tempo sospeso sull’eterno, due donne, due persone comuni che il destino scaraventa in una storia non comune, raccontano brandelli di un antieroico quotidiano… Il dolore è eterno, dice Saba, ha una voce che non varia. Il dolore è eterno e universale, e sempre e per tutti ha la stessa invariabile voce; il dolore (come la gioia) ci rende tutti uguali e umani. Gli insetti stecco dell’isola di Lord Howe e una stazione ferroviaria; il colore che non c’è e una panchina desolata: questo è Pensiero Debole, uno sguardo che spia l’inaccettabile.
    Cast
    testo di Anna Caragnano; con Giada Baiamonte e Marzia Coniglio.


  • Feb
    02 Febbraio ore 20.30

    Eva - Diari di una costola

    Teatro
    Regia di Marco Rampoldi
    Descrizione
    "E Dio creò la donna...". Eva. Sì, ma quale Eva? Una donna nuda, minuta, con una massa di capelli che le fa da vestito. Una donna sola nel “vuoto” paradiso. Gioca a scoprire, si perde e si ritrova. Scrive, annota e inventa. Eva è ingenua, beffarda, è clown. Gioca sulla donna, ironizza sui difetti, le tentazioni e i desideri. Ecco, Eva è una pulsione di gioco… mangiare una mela non è peccato ma lo è il coraggio di andare oltre, disobbedire.Quante volte sottostiamo a leggi o imperativi per la paura di sbagliare? Stiamo accettando tutto quello che ci impongono, facendoci pensare che non ci sia altra soluzione, invece è solo dando quel “morso” che possiamo sperare di cambiare. Ispirata al Diario di Eva (1906) di Mark Twain, Eva è un clown, una figura molto lontana dall’immagine della bella, bionda e ingenua alla quale l’iconografia classica della donna ci ha abituati.
    Cast
    di e con Rita Pelusio; testi di Rita Pelusio, Alessandra Faiella, Marianna Stefanucci e Riccardo Pifari.


  • Mar
    05 Marzo

    InCertoCinema

    Cinema
    A cura di Umberto Cantone
    Descrizione
    Il TMO – Teatro Mediterraneo Occupato presenta InCertoCinema Proiezioni & Performance 2017 a cura di Umberto Cantone. Incontri d'arte, incroci d'esperienza: il Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo promuove il coniugarsi di discipline con la rassegna "InCertoCinema", che ogni domenica dal 5 marzo al 9 aprile vedrà protagoniste proiezioni di film e performance dal vivo. InCertoCinema curata interamente da Umberto Cantone, propone una doppia proiezione, pomeridiana e serale, con l’aggiunta di alcune letture drammatiche eseguite da un parterre di artisti. Tutti gli incontri sono a tema: si comincia domenica 5 marzo con Sogni, bisogni e utopie - dal tramonto all'alba, che inizierà con la proiezione del film Siddartha di Conrad Rooks alle ore 18.00, continuerà con le letture di Lettere dallo Yage di William Borroughs & Allen Ginsberg interpretate da Alessio Barone e Luigi Rausa, e si concluderà con la proiezione de Il Re dei Giardini di Marvin di Bob Rafaelson con Jack Nicholson.


    12 Marzo

    InCertoCinema

    Cinema
    A cura di Umberto Cantone
    Descrizione
    Incontri d'arte, incroci d'esperienza: il Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo promuove il coniugarsi di discipline con la rassegna InCertoCinema, che ogni domenica dal 5 marzo al 9 aprile vedrà protagoniste proiezioni di film e performance dal vivo.
    InCertoCinema curata interamente da Umberto Cantone, propone una doppia proiezione, pomeridiana e serale, con l’aggiunta di alcune letture drammatiche eseguite da un parterre di artisti. Tutti gli incontri sono a tema: si continua domenica 12 marzo con ECHI DA SUBURBIA - Pasolini & Morrisey, che inizierà con la proiezione del film Una vita violenta di Brunello Rondi e Paolo Heusch alle ore 18.00, continuerà con le letture di Alì dagli occhi azzurri di Pier Paolo Pasolini interpretate da Giuseppe Massa e Simona Malato, e si concluderà con la proiezione de Trash – I rifiuti di New York di Paul Morrissey.


    17 Marzo

    Time to Loop

    Teatro/Circo
    regia di Duo Kaos
    Descrizione
    Creato per la strada e per la piazza, Time to Loop è uno spettacolo di circo contemporaneo che unisce con grande eleganza le più diverse discipline circensi, mano a mano, manipolazione di oggetti, bicicletta acrobatica e clownerie. E’ una storia di movimento, trasformazione e amore, dove costruire e distruggere sono parte dello stesso ingranaggio e ogni personaggio, a modo suo, ricerca il sostegno del suo complementare per riportare caos all’armonia. Tutto questo è un gioco in sincrono, perché l’equilibrio è una costante che porta fuori dai propri confini, uno scomporre e ricomporre le possibilità di presa, aggancio e distacco necessario a dare il via a una nuova azione. Con leggerezza di spirito e slancio romantico, entrambi i personaggi cominciano a capire che l’uno non può sostituirsi all’altro ma che insieme possono creare il loop perfetto. L’armonia si affaccia frammentaria e scompare a ogni nuova casualità, fino a che la ripetizione si trasforma in un movimento che si ripete in evoluzioni mai uguali a se stesse.
    con Giulia Arcangeli e Luis Paredes; musica di Matteo Franceschini; costumi di Colomba Ferraris


    19 Marzo

    InCertoCinema

    Cinema
    A cura di Umberto Cantone
    Descrizione
    Incontri d'arte, incroci d'esperienza: il Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo promuove il coniugarsi di discipline con la rassegna InCertoCinema, che ogni domenica dal 5 marzo al 9 aprile vedrà protagoniste proiezioni di film e performance dal vivo.
    InCertoCinema curata interamente da Umberto Cantone, propone una doppia proiezione, pomeridiana e serale, con l’aggiunta di alcune letture drammatiche eseguite da un parterre di artisti.
    Tutti gli incontri sono a tema: si continua domenica 19 marzo con Dall’altare non scendo, IL TEATROCINEMA DI R. W. FASSBINDER, che inizierà con la proiezione de IL TEATRO LIBERA LA TESTA (Bremer Freiheit, Theater der Welte altri lacerti fassbinderiani) alle ore 18.00, continuerà con le letture di SOLO DONNE SOLE da R.W.Fassbinder con Serena Barone e Aurora Falcone, e si concluderà con la proiezione de IL VIAGGIO A NIKLASHAUSEN di Rainer Werner Fassbinder con Hanna Schygulla.


    26 Marzo

    InCertoCinema

    Cinema
    A cura di Umberto Cantone
    Descrizione
    Incontri d'arte, incroci d'esperienza: il Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo promuove il coniugarsi di discipline con la rassegna InCertoCinema, che ogni domenica dal 5 marzo al 9 aprile vedrà protagoniste proiezioni di film e performance dal vivo.
    InCertoCinema curata interamente da Umberto Cantone, propone una doppia proiezione, pomeridiana e serale, con l’aggiunta di alcune letture drammatiche eseguite da un parterre di artisti. Tutti gli incontri sono a tema: si continua domenica 26 marzo con FUORI DOVE i primi 3Oanni di REZZA & MASTRELLA una festa, dedicato alla compagnia di Antonio Rezza e Flavia Mastrella in occasione della ricorrenza dei 30 anni trascorsi dall’inizio della loro attività artistica. A partire dalle 18.00 sarà proiettato il loro nuovo film MILANO, VIA PADOVA, che resterà in programmazione anche lunedì 27 e martedì 28 marzo sempre al TMO dalle 21.30; seguirà la proiezione di un’antologia dei cortometraggi storici della compagnia Rezza & Mastrella, alla presenza dei due autori che, al termine, incontreranno il pubblico; la festa contininuerà con il dj set di Fabio Rizzo Democrazia Tropicale. Per tutti quelli che sottoscriveranno la partecipazione all‘intera rassegna sarà possibile prenotarsi in esclusiva per il Party Speciale con la compagnia Rezza & Mastrella.


  • Apr
    02 Aprile

    InCertoCinema

    Cinema
    A cura di Umberto Cantone
    Descrizione
    Incontri d'arte, incroci d'esperienza: il Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo promuove il coniugarsi di discipline con la rassegna InCertoCinema, che ogni domenica dal 5 marzo al 9 aprile vedrà protagoniste proiezioni di film e performance dal vivo.
    InCertoCinema curata interamente da Umberto Cantone, propone una doppia proiezione, pomeridiana e serale, con l’aggiunta di alcune letture drammatiche eseguite da un parterre di artisti. Tutti gli incontri sono a tema: si continua domenica 2 aprile con YOU THE DESERT - beckett, cronenberg, andersson e zbig, che inizierà con la proiezione ZBIG RYBCZYNSKI, THE GENIUS un’antologia, SAMUEL BECKETT’S FILM di Alan Schneider con Buster Keaton e YOU THE LIVING scritto e diretto da Roy Andersson alle ore 18.00, continuerà con le letture su IMMAGINAZIONE MORTA IMMAGINATE (beckett & pound) interpretate da Umberto Cantone, il critico Guido Valdini e Santi Cicardo e si concluderà con la proiezione di SPIDER di David Cronenberg con Ralph Fiennes.


    07 Aprile

    What goes up must come down

    Teatro-Circo
    con Anthony Trahair
    Descrizione
    Anthony Trahair lancia oggetti per aria da oltre vent'anni. Il suo percorso è ricco di incontri ed esperienze: lo studio della chimica, gli spettacoli di strada, il teatro, l’acrobatica, la danza, la pratica dello yoga, del Taiji e la relazione con la natura hanno contribuito a costruire la sua identità artistica. Ventuno anni di giocoleria, diciassette anni di yoga, tre anni nell’Accademia Teatro Dimitri in Svizzera e dopo anni di ricerca e riflessione Anthony si è dedicato alla scrittura del libro Pearls of Juggling, un viaggio nell’Arte della Giocoleria per Artisti e Appassionati”, mettendo a frutto tutta la sua esperienza! What goes up must come down è lo spettacolo che segna il suo ritorno sulla scena. Uno spettacolo di teatro fisico, che racconta per paradossi il paradosso della vita. Gli attrezzi da giocoliere sono usati come mezzi espressivi, al di là del virtuosismo. Il testo, essenziale e giocoso, è ispirato a Chuang Tzu, uno dei più divertenti e provocatori tra gli antichi saggi taoisti.
    Cast
    testo di Chuang Tzu; regia di Sara Pozzoli.


    09 Aprile

    InCertoCinema

    Cinema
    A cura di Umberto Cantone
    Descrizione
    Incontri d'arte, incroci d'esperienza: il Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo promuove il coniugarsi di discipline con la rassegna InCertoCinema, che ogni domenica dal 5 marzo al 9 aprile vedrà protagoniste proiezioni di film e performance dal vivo.
    InCertoCinema curata interamente da Umberto Cantone, propone una doppia proiezione, pomeridiana e serale, con l’aggiunta di alcune letture drammatiche eseguite da un parterre di artisti. Tutti gli incontri sono a tema: si chiude domenica 9 aprile con ELEFANTI D’ALLEVAMENTO - ordinaria violenza straordinaria, che inizierà con la proiezione di ELEPHANT di Alan Clarke e di ELEPHANT di Gus Van Sant alle ore 18.00, continuerà con le letture di IO PIERRE RIVIERE, AVENDO SGOZZATO MIA MADRE, MIA SORELLA E MIO FRATELLO… di Michel Foucault interpretate da Dario Raimondi e si concluderà con la proiezione di PERCHÉ IL SIGNOR R. È STATO COLTO DA FOLLIA OMICIDA? di Rainer Werner Fassbinder.


    20 Aprile

    Sto Molto Bene

    Teatro
    A cura di Arianna Dell'Arti
    Descrizione
    Arianna Dell'Arti, l'assistente alla regia in carne e ossa che ha ispirato il personaggio di Caterina Guzzanti nella serie televisiva Boris, con il suo spettacolo racconta della vita, quella cosiddetta normale, dove tutto è una sorta di nevrosi, d’idiosincrasia, con se stessi, con gli altri, con la propria sessualità. E lo fa con leggerezza, facendoci ridere e sorridere, partecipando con lei al racconto. Il teatro quando è in forma di racconto ed è popolare, veramente popolare nel senso nobile del termine, è condivisione. La vita che racconta e si racconta è vita condivisa, è di tutti, ed è per questo che è al centro del cerchio che il cantastorie racconta. Il cerchio racchiude ciò che condivide al suo interno. Non c’è nessuna wagneriana oscurità a celare il pubblico che ascolta silente e riverente. C’è cagnara, c’è dialogo, interazione. Arianna Dell’Arti ha questo tipo di qualità: quella di portare le sue storie al centro del cerchio, farcele vivere, farci pensare a quanto siamo lontani dalla normalità e vicini alla psicosi, e farci ridere di noi stessi, con intelligenza e delicatezza. Son cose rare queste. Da non perdere per nessuna cosa al mondo.
    Cast
    testo e regia di Arianna Dell'Arti; con Arianna Dell'Arti.


  • Mag
    4 Maggio

    D-Legacy

    Concerto
    Descrizione
    Il Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo presenta D-legacy: fantasiose rielaborazioni acustiche dei più celebri brani disneyani, con riferimenti all'universo country-folk-jazz. D-legacy nasce nel 2012 dall'incontro tra Nicola Franco (voce), Bruno Pitruzzella (chitarra) e Simone Giuffrida (chitarra). I tre (all'epoca) giovani, ispirati da compositori come Alan Menken e i fratelli Sherman, danno vita a un progetto che rielabora in chiave acustica alcuni dei più celebri (e non) brani della tradizione Disneyana, con chiari riferimenti all'universo country-folk-jazz. Il concerto, che inizierà alle 22.00, sarà preceduto da un aperitivo dalle 20.00 con le proiezioni dei primi cortometraggi in bianco e nero di Topolino. Un viaggio indietro nel tempo che ripercorrerà le avventure del topo più famoso del mondo, dal 1928 al 1935, con classici dell'animazione quali "Steamboat Willie" (prima apparizione ufficiale), "Plane Crazy" e "The Mad Doctor". Un'occasione per scoprire o riscoprire il personaggio disneyano per eccellenza in una chiave atipica e originale rispetto alla sua controparte contemporanea.


    12 Maggio

    De Niu' Scio

    Teatro
    Descrizione
    Gli APPICCICATICCI sono gli irresponsabili del teatro e giocano con l’improvvisazione in tutte le sue forme, per questo sono improvvisatori a 361 gradi. DE NIU’ SCIO è il nuovo spettacolo della compagnia Romana e sarà un'avventura incredibile che toccherà l'universo cinematografico, teatrale e musicale. Qualcuno dirà che sono geni, qualcuno dirà che sono folli, qualcun altro che sono degli imbecilli con la I maiuscola, la verità è che sono tutte queste cose perché improvvisare porta magia e inconsapevolezza allo stato puro! Non mancherà chiaramente anche un continuo rapporto con il pubblico che sarà coinvolto per tutto ciò che non hanno mai visto o osato vedere! Storie d’amore, giochi di parole, esercizi di stile, mondi fantastici, demenziali, ironici, fiabe rivisitate, Shakespeare, inediti film mai visti di Tarantino, Truffaut, Sergio Leone, Dario Argento, musical improponibili… serve altro? Ah si, una parola finale! Cast
    regia di Tiziano Storti; con Tiziano Storti e Renato Preziuso.


    16 - 18 Maggio

    Almost, Maine

    Teatro
    Descrizione
    Amore: amore in corsa, di cuori rotti e aggiustati, amori persi e ritrovati, amore senza dolore, amore restituito, litigarello, nostalgico, di diverso genere e amore appena scoperto! Tra le luci del nord e serate al Moose Paddy, con la neve di dicembre e dentro una palla di vetro, nove vignette raccontano le storie di diciotto personaggi in una "quasi" cittadina, con magico realismo. Il testo è stato messo in scena moltissime volte negli Stati Uniti e solo due volte in Europa, in Inghilterra e in Spagna, e debutta in prima assoluta in Italia al Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo.
    Cast
    testo di John Cariani; regia di Ramon Garrido; assistente alla regia Luigi Milia; con Marzia Coniglio, Rossella Guarneri, Marco Leone, Nicolas Rivero; scene di Lidia Heredia e Roberto Lentini; luci di Michele Ambrose; musiche di Alfred Tapscott; produzione Teatrocasa a cura di Domenica Mugavero in colaborazione in collaborazione con il TMO - Teatro Mediterraneo Occupato di Palermo e l`Especifica di Barcellona.


    19 - 20 - 21 Maggio

    Delirio di una TRANS populista, Un pezzo dedicato a Elfriede Jelinek

    Teatro
    Descrizione
    Il TMO con il sostegno di Arcigay Palermo presenta Delirio di una TRANS populista, Un pezzo dedicato a Elfriede Jelinek di Andrea Adriatico con Eva Robin’s e Saverio Peschechera, Alberto Sarti, Stefano Toffanin, una produzione Teatri di Vita in collaborazione con Festival Focus Jelinek e il sostegno di Comune di Bologna – settore cultura; Regione Emilia-Romagna – servizio cultura; Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Andrea Adriatico ha dedicato un trittico alla scrittura densa e politica di Elfriede Jelinek, la scrittrice austriaca premio Nobel per la letteratura nel 2004. Delirio di una trans populista è il delirante comizio di addio di un populista alle folle di adoranti seguaci, attraverso le parole del leader austriaco Jörg Haider riprese da Elfriede Jelinek. Parole che invocano la purezza della Nazione e l’assimilazione degli individui in una massa compatta. Nello spettacolo di Adriatico, il leader è nientemeno che una transessuale, con il corpo e la voce di Eva Robin’s, che arringa folle sparute di ardenti fanciulle barbute, durante le loro esercitazioni ginnico-militari, pronte a immolarsi per la causa. “VOTA TRANS” diventa così il nuovo slogan di una politica grottesca che riesuma antichi sogni totalitari “perché tutti siano davvero tutti”.
    Cast
    regia di Andrea Adriatico; con Eva Robin’s, Saverio Peschechera, Alberto Sarti, Stefano Toffanin; produzione Teatri di Vita in collaborazione con Festival Focus Jelinek e il sostegno di Comune di Bologna – settore cultura; Regione Emilia-Romagna – servizio cultura; Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.


  • Giu
  • Lug
  • Ago
  • Set
    30 Settembre ore 21.00

    S.A.T. - Sindrome d'Astinenza da Teatro

    Teatro
    regia di Valeria Sara Lo Bue
    Descrizione
    S.A.T. è una storia "vera", la storia di un'attrice in eterna formazione, disposta a lasciare tutto per seguire la sua vocazione, costretta a sopportare i fallimenti e le frustrazioni che il lavoro, soprattutto in Italia, comporta. La storia è "romanzata" e adattata alla scena da Valeria Sara Lo Bue, sulla base del lavoro di improvvisazione sul soggetto della stessa Erika, protagonista dello spettacolo e della vicenda reale. S.A.T. nasce a Palermo e qui debutta in prima nazionale al TMO, che è molto più di un teatro: un luogo che offre anche alle realtà indipendenti la possibilità di uno spazio di creazione in cui sperimentare.
    Cast
    di Erika La Ragione e Valeria Sara Lo Bue; con Erika La Ragione; grafica Luca Mannino.
    Contributo
    6 €


  • Ott
    1 Ottobre ore 21.00

    S.A.T. - Sindrome d'Astinenza da Teatro

    Teatro
    regia di Valeria Sara Lo Bue
    Descrizione
    S.A.T. è una storia "vera", la storia di un'attrice in eterna formazione, disposta a lasciare tutto per seguire la sua vocazione, costretta a sopportare i fallimenti e le frustrazioni che il lavoro, soprattutto in Italia, comporta. La storia è "romanzata" e adattata alla scena da Valeria Sara Lo Bue, sulla base del lavoro di improvvisazione sul soggetto della stessa Erika, protagonista dello spettacolo e della vicenda reale. S.A.T. nasce a Palermo e qui debutta in prima nazionale al TMO, che è molto più di un teatro: un luogo che offre anche alle realtà indipendenti la possibilità di uno spazio di creazione in cui sperimentare.
    Cast
    di Erika La Ragione e Valeria Sara Lo Bue; con Erika La Ragione; grafica Luca Mannino.
    Contributo
    6 €


  • Nov
    17-18-19 Novembre ore 21.00

    Rosa Epic

    Teatro
    Regia di Giacomo Guarneri
    Descrizione
    Il personaggio di Rosa ('la madre di tutti') nasce come somma di fantasia e memoria, pensando all'eredità che riceviamo dai nostri antenati, alla cultura, alla comunità che rappresentiamo. È una vecchia donna, camaleontica e adattiva, ambigua. La sua metà maschile è Matt, un superlatitante che scompare improvvisamente dalla propria latitanza lasciando un vuoto drammatico, non solo dal punto di vista economico, ma anche affettivo, sentimentale. Matt è l'idolo della comunità del fantomatico 'Paese Vecchio': a lui Rosa è legata da una vita in una relazione clandestina che da sempre anela a divenire ufficiale, a consacrarsi finalmente alla luce del sole. È proprio dalla sparizione di Matt che muove la nostra storia: una sorta di indagine, attraverso interviste, ai personaggi che ruotando intorno a loro. Ogni personaggio, interrogato, riporta un fatto, un ricordo, un'impressione; fornisce una tessera per un mosaico più vasto, contribuendo così al disegno complessivo del mondo di Rosa e Matt. Ognuno dei loro interventi costituirà un episodio, una tappa del nostro viaggio 'epico', rispetto al quale la ricerca di Matt non risulterà che un pretesto.
    Cast
    un'idea di Giacomo Guarneri e Marcella Vaccarino; scritto e diretto da Giacomo Guarneri, consulenza organizzativa di Silvia Limone, produzione La pentola nera con il sostegno di Teatro Mediterraneo Occupato, Cavallerizza Irreale (Torino), Teatro La Caduta (Torino), OliverLab (Mazara) con Valeria Almerighi, Valentina Apollone, Delia Calò, Valeria Sara Lo Bue, Peppe Macauda, Paolo Mannina, Oriana Martucci, Quinzio Quiescenti, Luigi Maria Raùsa, Marcella Vaccarino, Gisella Vitrano.
    Contributo
    5 €


  • Dic
    9-10 Dicembre ore 21.00

    DMN Residence Project - III edizione | Serata pièces corte

    Teatro-Danza
    Regia di Giovanni Zappulla
    Descrizione
    Cinque coreografie, cinque autori, cinque esperienze, un filo conduttore: la sperimentazione del metodo Danza Movimento Naturale del coreografo Giovanni Zappulla. Le repliche della serata saranno il 9 e 10 dicembre 2017, dalle 21.00, presso il TMO. Le pièces che interesseranno la serata sono Wunderkammer 1.0 con la coreografia e regia di Giovanni Zappulla, le danzatrici Annachiara Trigili, Roberta D’ignoti, Mariastella Pitarresi, Silvia Tennerello e le musiche di Fabio Badalamenti; Blu Ottobre con la coreografia di Maria Stella Pitarresi, testo sinossi a cura di Giovanna Perdichizzi e le musiche di Bulgarian voices, John Zorn e Antonio Vivaldi; DRANG TRAUM con la coreografia di Silvia Tennerello, la danzatrice Silvia Tennerello e le musiche del Coro dell’Oreste di Euripide (versione di Gregorio Paniagua) e Carol of the Bells (The Piano Guys); IO VOLO(NTÀ) con la coreografia di Roberta D'Ignoti, la danzatrice Roberta D’Ignoti e le musiche di Zaz; NO DOUBT (DANZO ERGO SUM) con la coreografia di Annachiara Trigili, la danzatrice Annachiara Trigili e le musiche di Madonna.
    Contributo
    7 €


    17 Dicembre ore 21.00

    LCDF - lecosedifuori

    Teatro
    Regia di Sergio Beercock
    Descrizione
    Cosa succede se un giorno un uomo si risveglia in un luogo sconosciuto, sotto la superficie terrestre, senza la possibilità di risalire o di essere sentito? Scomparso, ma vivo, sotto il naso di tutti. Come vivere sapendo che il mondo continua senza di te? Come farsene una ragione? Come si esiste, quando si esiste solo per sé? Cosa succede, insomma, se d'un tratto tu e tutta la tua storia cessate di esistere per gli altri? La vicenda di un essere umano che si pone tutte queste domande, e che ha trovato il modo di resistere all'oblio. Raccontarsi le cose di fuori, inventarsi la vita con l'aiuto di due soli punti di contatto con l'Esterno: la pioggia e i suoni della città che entrano da una piccola fessura nell'alto soffitto. Unico essere vivente nel pozzo oltre all'Uomo: una piantina cresciuta sul pavimento esattamente sotto la fenditura. In un'apparente follia che non è altro che la riscoperta della narrazione, dell'improvvisazione e della gioia di sopravvivere, un uomo si inventa il suo mondo per scampare dal Nulla: un piccolo dio umile che crea per non morire.
    testo, regia, musiche di scena Sergio Beercock; con Rocco Rizzo.

    Contributo
    7 € / Under 25: 5 €